iliad

Da quanto è entrata in campo Iliad ha rapidamente stravolto il mercato delle tariffe di telefonia mobile in Italia e la concorrenza ha accusato il colpo. Tuttavia, non è stato tutto semplice per l’azienda francese, poiché ha dovuto risolvere diversi problemi che non hanno fatto sorridere i clienti.

Il primo problema è stato la questione dell’IP straniero, poiché alcune delle prime schede SIM di Iliad riportavano una posizione geografica diversa dall’Italia. Avere un indirizzo straniero comporta un comportamento anomalo del geoblocking. L’utente risulta attivo fuori dall’Italia e non può in questo modo accedere a diversi servizi, tra cui quello della Rai dedicato solo ai residenti nel paese.

L’altra difficoltà riscontrata è stata la copertura della rete. Si sono riscontrate numerose segnalazioni riguardanti l’eccessiva lentezza della rete Iliad, tanto che spesso opera in connettività 3G invece che arrivare al 4G. Inoltre, molti telefoni risultavano irraggiungibili in chiamata.

 

Iliad: la situazione ingarbugliata delle Simbox

Attorno alle simbox, ovvero le macchine emettitrici di SIM presenti in alcuni luoghi pubblici come aeroporti, stazioni e centri commerciali, si è creato un piccolo scandalo. In dubbio c’è la questione della legalità, poiché la Polizia Postale ha aperto proprio un fascicolo a seguito di alcune indagini su questi strumenti.

Leggi anche:  Iliad ha 50GB da offrire con la sua nuova promozione ma gli utenti si lamentano molto

In ballo ci sarebbe la violazione del decreto-legge Pisanu relativo alla sicurezza e all’antiterrorismo. Nel caso specifico, dare la possibilità di acquistare liberamente una scheda SIM senza un controllo diretto di qualcuno potrebbe dare adito alla diffusione di telefonini non rintracciabili.

Anche la campagna marketing dell’azienda francese ha riscosso molto successo in questi mesi, ma è stata messa sotto accusa per pubblicità ingannevole a riguardo della connettività promessa 4G+. Al livello attuale della nostra rete, nessun operatore è in grado di offrire una connessione oltre il 4G.

Dunque, i problemi riscontrati potrebbero fiaccare Iliad nel lungo periodo. Resta da vedere come cambierà il profilo dell’azienda quando svilupperà la rete 5G con la banda da 700MHz promessa dal Governo.