Smascherare un truffatore

Le truffe sul web sono ormai migliaia, probabilmente a causa dell’evoluzione continua della tecnologia e dell’utilizzo di smartphone e tablet tra la popolazione. Basta un semplice click per abbonarsi ad un servizio a pagamento involontariamente.

Dopo avervi parlato delle maggiori truffe in circolazione, come catene di Sant’Antonio su WhatsApp, finte inserzioni di vendita e molto altro, oggi vogliamo spiegarvi come smascherare un truffatore.

 

Truffe online: come capire che ci si trova davanti ad una truffa

Le e-mail truffe invece, sono molto pericolose perché a differenza di quelle pubblicitarie, hanno l’obiettivo di rubare dati e soldi agli utenti. Solitamente le e-mail truffa vi invitano ad accedere al vostro conto corrente cliccando su un apposito link. Si tratta di e-mail provenienti da aziende molto importanti scritte male e con errori di battitura che richiedono denaro.

Per esempio, sono tantissime le e-mail che vengono inviate con il falso nome di Paypal. Solitamente i messaggi ufficiali vengono inviati da un indirizzo che termina con @paypal.it e @e.paypal.it e non contengono mai degli allegati su cui cliccare. Gli e-commerce invece sono un po’ più difficili da riconoscere, anche se con questi piccoli trucchi diventerete degli esperti.

Leggi anche:  Agenzia delle Entrate, attenti alla nuova truffa: tentativi di phishing tramite SMS

La prima cosa da sapere è che gli e-commerce con truffe, l’indirizzo web del carrello non contiene l’https. Cercate come seconda cosa su Google delle recensioni sul negozio, se non compare tra i primi risultati, cercate di approfondire la questione prima di fare qualsiasi ordine. Verificate anche la presenza di contatti all’interno del sito, le condizioni e la Partita IVA. Una cosa molto importante sono i metodi di pagamenti accettati, se il sito in questione accetta solamente la carta di credito è meglio non fidarsi. Insomma, bastano pochi accorgimenti per non essere truffati online.