aumentano le email phishingLe email phishing stanno aumentando e nei prossimi mesi colpiranno molti utenti.Il fenomeno è stato molto frequente anche nei mesi precedenti, impossibile negarlo, ma a quanto pare l’estate potrebbe intensificarne la portata. Le indagini delle scorse settimane, e i conseguenti arresti di numerosi cyber-criminali, lasciavano supporre che le truffe online sarebbero diminuite ma a evidentemente non è cosi. I clienti di Poste Italiane dovranno aprire bene gli occhi ed evitare il phishing in qualsiasi modo.

PostePay: le email phishing aumenteranno nei prossimi mesi!

Il phishing è strettamente legato agli acquisti online. La sua diffusione e l’obiettivo di puntare sempre ai possessori di carte PostePay sono strettamente connessi all’intenso utilizzo delle carte prepagate per lo shopping online. PostePay è appunto la carta più utilizzata per effettuare acquisti online grazie alla sicurezza che la caratterizza e alla facilità con la quale è possibile effettuare transazioni.

L’estate è il periodo più amato dagli italiani per lo shopping, soprattutto online. In molti organizzano le loro vacanze direttamente online acquistandone per esempio i biglietti aerei. Il diffondersi di queste abitudini ha consentito ai cyber-criminali di creare delle tecniche convincenti in grado di truffare le vittime. Il phishing mira ai titolari di carte PostePay semplicemente perché sono le più utilizzate dagli italiani. Il fenomeno non ha nulla a che vedere con Poste Italiane che protegge i suoi clienti e adotta misure di sicurezza molto valide.

Leggi anche:  PostePay: email fraudolente inviate dagli hacker tentano di svuotare le carte

Ecco come il phishing truffa i clienti di Poste Italiane!

Il phishing utilizza tecniche molto semplici. La truffa attacca gli utenti attraverso email fake che contengono messaggi in grado di suscitare l’attenzione della vittima. Tra le varie email phishing denunciate dai titolari delle carte quella più ricorrente riguardava la sospensione della carta ma l’estate potrebbe introdurre nuove tecniche. Le email phishing “estive” potrebbero essere legate agli acquisti online oppure a dei regali ricevuti da grandi marchi.

I truffatori sono soliti nascondersi dietro il nome di grandi marchi che attirano l’attenzione degli utenti. Le email inviate dai malfattori invitano il cliente a risolvere un eventuale problema legato alla carta o a riscuotere il proprio premio, attraverso l’accesso a un link fittizio. Questo vi spedirà ad un altro sito, anch’esso fittizio. Non appena inserite le credenziali di accesso, darà la possibilità ai truffatori di utilizzare il vostro conto. E’ così che le truffe online sottraggono il denaro degli intestatari di carte PostePay. I possessori dovranno mettere da parte l’ingenuità e seguire le indicazioni fornite dalla Polizia Postale per tutelare i loro risparmi.