auto elettricheNell’ultimo periodo si è parlato spesso delle batterie allo stato solido, le quali dovrebbero consentire alle auto elettriche di fare degli enormi passi in avanti per quanto riguarda autonomia e ricarica. Questa tematica è ampiamente discussa ed è ormai noto a tutti che diverse case automobilistiche stanno investendo risorse importanti in questa nuova tecnologia che ormai sta prendendo sempre più importanza.

Nissan è sicuramente uno di quei brand che si sta concentrando maggiormente sulle sue batterie allo stato solido e pensa di lanciare entro il 2028 un’auto elettrica che è dotata di questa tecnologia. Attualmente, la casa automobilistica pare che abbia fornito qualche dettaglio in più su questo progetto.

 

Nissan, auto elettriche: pochi dettagli ma molta attesa

È stato presentato ufficialmente un nuovo prototipo di impianto per riuscire a produrre delle batterie allo stato solido. Tuttavia, non sono stati forniti particolari dettagli tecnici sui quali ragionare.

Nissan sta quindi andando in questa direzione e pare che realizzerà una linea di produzione pilota nel suo stabilimento di Yokohama nel 2024, dove ci sarà la produzione di nuove celle. Inoltre, Nissan pensa che il costo delle batterie allo stato solido possa scendere sensibilmente entro il 2028, da 75 dollari a 65 dollari per kWh.

Il progetto ha ampi margini di miglioramento e sicuramente ci sarà un’interessante evoluzione. Negli ultimi mesi ci sono stati tanti annunci sui progressi che sta facendo la casa nipponica verso questa tecnologia, anche se non ci sono dettagli che fanno ragionare più di tanto su cosa effettivamente si sta facendo. Kunio Nakaguro, Executive Vice President R&D di Nissan, ha recentemente dichiarato:

“Nissan è leader nella tecnologia di elettrificazione in virtù di una vasta attività di Ricerca e Sviluppo, che va dai materiali delle batterie a livello molecolare ai veicoli elettrici ad alte prestazioni. I nostri studi comprendono anche lo sviluppo di città che utilizzano i veicoli elettrici per lo stoccaggio di energia. L’esperienza e la conoscenza acquisite negli anni sono di aiuto nello sviluppo delle batterie allo stato solido. Le nostre divisioni di R&D e Produzione continueranno a lavorare insieme per utilizzare al meglio questo impianto prototipo e accelerare l’applicazione e l’arrivo sul mercato delle batterie allo stato solido”.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.