Postepay: truffa shock sugli smartphone, conti e carte di credito svuotati

Le truffe sono sempre dietro l’angolo ed è proprio questo il caso delle carte di credito o magari di debito e prepagate, le quali sovente finiscono nell’occhio del ciclone dato che le truffe phishing continuano a prenderle di mira. Il tutto capita perché gli utenti, in maniera ovviamente in consapevole, concedono i loro dati di accesso a messaggi che fingono di arrivare dalle filiali ma che in realtà non sono altro che delle esche.

Tutto ciò sta coinvolgendo ancora una volta il mondo Postepay, il quale viene preso più di mira rispetto agli altri visto la grande diffusone delle carte. 

 

Postepay: questo è il messaggio che dovete evitare

La nuova truffa vuole fare in ogni modo credere agli utenti che un messaggio di blocco del conto sia avvisando di una problematica da risolvere. In realtà l’obiettivo è sempre lo stesso ovvero quello di raccogliere le credenziali di accesso ai conti correnti.

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .