Aereo, trasporto aereo, danimarca, green, zero emissioni

Durante il discorso per festeggiare l’arrivo del nuovo anno Mette Frederiksen, Primo Ministro Danese, ha fatto una dichiarazione molto forte. Il suo obiettivo è quello di rendere green il trasporto aereo.

In particolare, il suo Governo si impegnerà a eliminare il consumo di combustibili fossili sui voli nazionali entro il 2030. Nonostante il progetto possa essere totalmente condivisibile, resta il problema di determinare in che modo raggiungere queste traguardo.

Nel discorso alla nazione, il Primo Ministro ha utilizzato un modo di dire Danese che enfatizza la proposta: “Il punto di partenza è semplice, bisogna seguire il principio danese secondo cui chi ha le spalle più larghe dovrebbe sopportare un carico maggiore. Questo principio deve valere anche nella transizione green: se emetti CO2 allora devi pagare. Questa è la cosa più ragionevole“.

 

La Danimarca punta ad essere la prima nazione ad offrire aerei in grado di viaggiare senza utilizzare combustibili fossili

Il premier ha poi ribadito che se gli altri Paesi nel mondo procedono troppo lentamente nella transizione green, allora spetta alla Danimarca farsi promotrice di nuove iniziative. Tra queste c’è anche quella sul trasporto aereo che certamente alza l’asticella della sfida nella riduzione della produzione di carbonio.

Le scadenze indicate durante il discorso sono principalmente due, il 2025 e il 2030. Entro il 2025 i cittadini danesi dovranno avere l’opportunità di viaggiare su aerei a zero emissioni per le rotte nazionali. Entro il 2030 invece tutte le tratte dovranno essere coperte da aeromobili completamente green.

Al momento l’unica soluzione percorribile sembra quella dell’Idrogeno. Airbus sta attivamente lavorando allo sviluppo di soluzioni basate su pile a combustibile in grado di alimentare gli aeromobile.

Inoltre, il vantaggio della Danimarca è di essere una nazione di dimensioni relativamente contenute, quindi non c’è bisogno di grandi spostamenti tra i vari aeroporti. Tuttavia, sarà necessario del tempo prima che la tecnologia sia matura, quindi bisognerà attendere ulteriori sviluppo che arriveranno nel corso dei prossimi anni.