Google, Pixel 6a, Pixel 6, Pixel 6 Pro, design

La famiglia Pixel 6 lanciata da Google potrebbe presto arricchirsi con un nuovo device. Si tratta di Pixel 6a che sta attirando sempre più frequentemente l’attenzione dei leaker e degli addetti ai lavori.

Il nuovo device si configurerà come uno smartphone di fascia media che potrà contare sull’esperienza Android completa. I punti in comune con i fratelli maggiori saranno parecchi, soprattutto in termini di design, ma Pixel 6a manterrà comunque la propria identità.

A giudicare da quanto emerso nelle ultime ore, Google ha scelto di equipaggiare sul device il proprio SoC proprietario. Il chipset Tensor potrà lavorare senza limitazioni e quindi sfruttare tutta la potenza nella gestione dei processi legati all’Intelligenza Artificiale.

 

Google Pixel 6a potrà contare sul SoC Tensor e su un comparto fotografico collaudato

Trattandosi di una versione “depotenziata” di Pixel 6 e 6 Pro, Google ha dovuto effettuare alcuni tagli. A farne le spese è stato il comparto fotografico che però si affiderà ad una soluzione collaudata.

Gli addetti ai lavori hanno trovato riferimenti al modulo Sony IMX363 da 12.2 megapixel all’interno dei file di sistema. Si tratta di un sensore che Google ha utilizzato dalla serie Pixel 3 fino ai Pixel 5 e che quindi conosce alla perfezione e sa come sfruttare al massimo.

A supporto dell’ottica principale, troveranno spazio anche un sensore Sony IMX386 da 12 megapixel per la lente ultrawide e una fotocamera anteriore Sony IMX355 da 8 megapixel.

Questa combinazione permetterà di scattare fotografie di qualità anche grazie all’elaborazione software garantita dall’app Fotocamera di Google. In ogni caso, attendiamo maggiori informazioni che certamente arriveranno nel corso delle prossime settimane.