IPTV, la Guardia di Finanza blocca 1800 persone a Varese: multe da 1000 euro

La Guardia di Finanza sta lavorando veramente sodo per scoprire tutte le piattaforme pirata che si stanno diffondendo in Italia aumentando sempre di più gli utenti al loro interno. L’IPTV è diventata ormai una pratica molto diffusa soprattutto tra quelli che prima pagavano tantissimo con licenziatari come SKY e DAZN, spesso in contemporanea. Ciò però non giustifica di certo l’utilizzo del segnale di altre aziende trasmesso in maniera indebita mediante apparecchiature pirata.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: ancora una volta beccati degli utenti in Italia, erano in 1800 in un’unica rete

La Guardia di Finanza sarebbe riuscita a dare scacco alla pirateria anche questa volta, in particolare in provincia di Varese. Qui ben 1800 utenti sarebbero stati beccati dalle fiamme gialle, con il gestore della piattaforma che era un settantenne del posto. Ora tutti saranno montati con una sanzione da 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.