Facebook, Meta, Oculus, Instagram, WhatsApp

Lo scorso giovedì, Mark Zuckerberg ha annunciato un interessante rebranding della propria società che avrà implicazioni più profonde di quanto si possa pensare. Facebook Inc. prenderà il nome di Meta Platform Inc. e il cambiamento non sarà solo estetico ma prevederà anche un riassetto societario.

Come spiegato dallo stesso CEO, il nome Meta è incentrato sull’idea di “metaverso” che andrà a rappresentare ed espandere tutto l’ecosistema Facebook. Vogliamo ribadire che con questo nome non ci riferiamo esclusivamente al Social Network che tutti conosciamo ma anche a tutti gli altri prodotti e le acquisizioni effettuate nel tempo.

Tra queste spiccano Instagram, WhatsApp e anche Oculus Rift. Appare chiaro quindi che l’utilizzo del nome Facebook è diventato riduttivo per indicare tutti i settori in cui l’azienda di Mark Zuckerberg sta operando.

 

Mark Zuckerberg riorganizza la società e Facebook cambia nome in Meta

Con la nascita di Meta, l’azienda potrà concentrarsi maggiormente sulla creazione di un ambiente virtuale condiviso tra tutte le piattaforme e orientato ovviamente al mondo esterno. Mark Zuckerberg ha comunicato che sono in fase di sviluppo diverse tecnologie innovative con l’obiettivo di superare il concetto di mobile internet.

Il Metaverso si espanderà certamente nel corso dei prossimi anni e darà vita a nuove tecnologie grazie alla Ricerca e Sviluppo portata avanti nei laboratori della Silicon Valley. Certamente la Realtà Virtuale sarà centrale ma possiamo scommettere che le sorprese non sono ancora finite.

Per gli utenti di Facebook, Instagram e WhatsApp per il momento non cambierà nulla. Le applicazioni e i servizi continueranno a mantenere i propri nomi e le proprie funzionalità. Solo la famiglia Oculus ha subito già una prima riorganizzazione con la linea di prodotti che diventerà Meta Quest, precedentemente Oculus Quest, a partire dal 2022.