WhatsApp

La pandemia ha mostrato parte dei lati deboli di WhatsApp. Da mesi sulla piattaforma di messaggistica istantanea si leggono messaggi e conversazioni fuorvianti relative al virus. Se nelle prime fasi della pandemia, la maggior parte delle fake news riguardava sintomatologia e origine del virus, da qualche mese le notizie fasulle sono legate ai vaccini ed alla relativa campagna di immunizzazione.

 

WhatsApp, tornano a spopolare le fake news sui vaccini

La campagna di vaccinazione contro il coronavirus prosegue con ottimo ritmo in Italia, al netto delle comunicazioni di WhatsApp che si stanno rivelando un vero e proprio boomerang per la salute pubblica.

Dopo la primavera, in cui i messaggi di WhatsApp erano concentrati maggiormente su AstraZeneca e sui suoi effetti collaterali, dall’estate le fake news riguardano il serio di Pfizer. Molti cybercriminali della rete condividono notizie circa una possibile non efficacia di Pfizer per la variante Delta. In alternativa, sempre attraverso la chat vengono condivisi messaggi per gli effetti collaterali legati alla somministrazione.

La letteratura scientifica in tutte le circostanze ha smentito le notizie che circolano in rete. Non ultimo con gli articoli di England Journal of Medicine Lancet, la comunità ha ribadito non soltanto la buona efficacia di Pfizer per la variante Delta, ma anche la quasi totale mancanza di effetti collaterali gravi per il farmaco anti Covid.

Gli utenti che leggono questi messaggi devono quindi prestare molta attenzione. La regola da seguire deve essere la stessa: in caso di sospetto, è necessario procedere con la cancellazione della comunicazione incriminata.