asteroideBoeing e la NASA hanno rinviato un importante volo di prova in programma per la navicella spaziale Starliner. Il lancio della capsula – che avrebbe dovuto trasportare gli astronauti nello spazio, senza fermarsi alla Stazione Spaziale Internazionale in fase di lancio – era previsto questo martedì.

Il lancio di Starliner è stato cancellato poche ore prima che avesse luogo. Boeing non ha spiegato prontamente il perché di tale scelta. In seguito, la compagnia ha dichiarato che il lancio è stato rinviato poiché “gli ingegneri che monitorano la salute e lo stato del veicolo hanno rilevato incongruenze sulla posizione della valvola nel sistema di propulsione“. Non è la prima volta che sorgono problemi di questa portata.

NASA e Boeing: cancellato il volo di prova dello Starliner, uno dei nuovi razzi in lavorazione

Tory Bruno, l’amministratore delegato della United Launch Alliance che ha costruito il razzo per trasportare lo Starliner nello spazio, ha confermato che il team effettuerà un secondo tentativo nei prossimi giorni. “Siamo delusi dal risultato di oggi. Sentiamo la necessità di riprogrammare il nostro lancio”, spiega John Vollmer. “Il volo nello spazio per l’essere umano è uno sforzo complesso, preciso e spietato. I team di Boeing e NASA si prenderanno il tempo necessario per garantire la sicurezza e l’integrità del veicolo spaziale e il raggiungimento dei nostri obiettivi in sicurezza”.

La missione è stata vista come un tentativo di redenzione per la capsula, che ha condotto il suo primo test più di un anno e mezzo fa. In particolare, non è riuscita a raggiungere il laboratorio galleggiante a causa di una serie di problemi con il software. In un tweet, Boeing ha confermato di aver cancellato il test previsto qualche settimana fa e ha annunciato che avrebbe fornito maggiori dettagli prima possibile. L’idea inziale era lanciare la nuova navicella nello spazio e lasciarla in orbita per circa dieci giorni, durante i quali gli astronauti della Nasa avrebbero condotto una serie di test.