google-attenzione-play-protect-non-ci-protegge-dalle-app-pericolose

Se pensate che Google Play Protect possa proteggere dalle app pericolose, vi sbagliate di grosso. Nel Play Store le minacce sono dietro l’angolo. Sembra proprio che i livelli di sicurezza nell’ecosistema Android non solo siano ancora da perfezionare, ma addirittura da adeguare alle nuove minacce. Scopriamo insieme il perché di questa drastica affermazione e come proteggersi anche quando si vuole scaricare e installare un’app dallo store ufficiale Google.

 

Come funzione Google Play Protect

Iniziamo col precisare che Google Play Protect non è un sistema antivirus. In realtà è una soluzione messa in campo da Android che agisce di default su ogni dispositivo che ha installato il suo sistema operativo.

In teoria Google Play Protect dovrebbe proteggere l’utente dalle app pericolose, controllando una per una per quelle che stanno per essere scaricate, prima del download. Una sorta di verifica automatica. Questo per scongiurare il rischio che si possano installare malware, trojan o semplicemente applicazioni che tengono traccia delle nostre informazioni personali per scopi fraudolenti.

Dicevamo in teoria, perché nella pratica, questo sistema che Google ha adottato, non sembra essere così efficace come il colosso di Mountain View pensava o voleva farci credere. Addirittura a fine 2019 aveva annunciato una partnership con Eset, Zimperium e Lookout, leader nel settore della cybersicurezza, per alzare i livelli qualitativi al massimo.

Se questi provvedimenti avevano lo scopo di far sì che gli utenti potessero scaricare le app dal Play Store a occhi chiusi, allora Google questa volta ha fallito. Infatti proprio AV-TEST ha identificato le falle di questo sistema, mettendolo a confronto con altri antivirus.

Il risultato? Google Play Protect si è aggiudicato l’ultimo posto in quanto a efficacia tra le 15 ai test. In sostanza è riuscita a riconoscere solo un terzo delle 20mila minacce cui è stato sottoposto. Un esito alquanto scadente e, soprattutto, preoccupante visto che in gioco c’è la sicurezza degli utenti.

google-play-protect-classifica-av-test

Non solo, secondo quanto dichiarato da AV-TEST, Google Play Protect ha scovato solo il 68,8% delle minacce di recente fattura, ma addirittura ha riconosciuto come dannose 70 app su 10.000 che sono state scaricate e installate dal Play Store e da terze parti.

 

Alcuni consigli da mettere in pratica prima di scaricare un’app

Vediamo ora alcuni consigli da mettere in pratica prima di scaricare un’app. Questi vi faranno evitare di installare app pericolose sul vostro smartphone:

  1. leggere sempre le recensioni più recenti di qualsiasi app presente sul Google Play Store prima di procedere con il download;
  2. informarsi sul produttore dell’app che si vuole scaricare. Quante ne ha realizzate? Quali sono tutte quelle presenti sullo store?
  3. diffidare, quando possibile, delle app alternative a quelle di sistema.

 

FONTEAV-TEST