GoogleSoltanto pochi giorni fa il tanto atteso top di gamma Google, noto come Pixel 6 Pro, è apparso in una presunta foto reale che ha destato alcuni sospetti lasciando supporre potesse trattarsi di un fotoritocco tutt’altro che affidabile. Il dispositivo, al centro dell’attenzione soprattutto per il suo design rinnovato e per le sue probabili prestazioni, torna a far parlare di se in seguito all’emergere di un dettaglio proveniente dalla stessa azienda produttrice, la quale sembra aver svelato erroneamente quello che sarà il nome ufficiale dello smartphone. 

Il Google Pixel 6 Pro, versione che accompagnerà il modello standard Google Pixel 6, potrebbe non chiamarsi così. Il colosso di Mountain View, a quanto pare, opterà per la nomenclatura Pixel 6 XL.

Google Pixel 6 Pro si chiamerà Pixel 6 XL!

 

La data di lancio è ancora un’incognita e le specifiche tecniche non sono particolarmente chiare. Google potrebbe adottare un display da 6,67 pollici con refresh rate a 120 Hz e una batteria da 5000 mAh. Il modulo fotografico potrebbe comprendere un sensore principale da 50 megapixel e, recenti indiscrezioni, sostengono la presenza di un ulteriore sensore per zoom ottico 5x. Il processore del dispositivo potrebbe essere il primo ad essere realizzato dalla stessa Google.

Il design del Google Pixel 6 Pro, o 6 XL, ha suscitato particolare curiosità soprattutto per la sezione dedicata al modulo fotografico presente sul retro. Il comparto appare inserito in una porzione rialzata e di colore differente rispetto al resto della scocca dello smartphone.

In merito al nome dello smartphone, Google in un documento ufficiale cita alcuni suoi dispositivi e tra questi il Google Pixel 6 e il Google Pixel 6 XL. L’adozione del nome Pixel 6 XL lascia intuire che con molta probabilità la versione maggiormente sofisticata del Google Pixel 6 potrebbe non chiamarsi Pixel 6 Pro ma 6 XL. 

Sarà necessario attendere il lancio ufficiale per ottenere conferme circa il nome e le particolarità dei dispositivi del colosso di Mountain View ma non sono ancora trapelati dettagli riguardo quello che sarà il periodo della presentazione.