Fine del mondo e profezie: ecco le storie incredibili per questo 2021

La fine del mondo che doveva arrivare nel 2012 è stata fortunatamente scampata. Secondo quanto riportato infatti c’erano tantissime persone che avevano timore che tutto potesse finire nove anni fa, quando invece nulla è accaduto.

In giro ci sono ancora tantissime profezie che parlano di fine del mondo, la quale in realtà secondo tanti sarebbe già in corso visti gli eventi che si starebbero susseguendo. Ovviamente si tratta semplicemente di dicerie, le quali però non tendono a passare di moda. Proprio per questo abbiamo deciso di elencare alcune delle credenze a cui il pubblico dà adito.

 

Fine del mondo e profezie: ecco tutte le credenze a cui qualcuno dà ancora fiducia

  1. epidemie, carestie, malattie e terremoti. Ecco gli ingredienti che, secondo Nostradamus, anticiperebbero un’apocalisse. Molti credono che il noto poeta e veggente abbia addirittura previsto la pandemia di Covid-19;
  2. Vedremo l’acqua salire e la terra cadere sotto di essa” sarebbe una quartina inneggiante le tempeste solari. E secondo i più, il 2021 sarebbe l’anno giusto;
  3. un asteroide si avvicinerà molto o colpirà la Terra. Secondo i sedicenti interpreti sarebbe un’altra quartina di Nostradamus a confermare il pericolo che un corpo celeste possa impattare con il nostro Pianeta: “Nel cielo si vede il fuoco e una lunga scia di scintille“. Peccato che la Nasa abbia da poco dichiarato che per i prossimi 100 anni nessun asteroide passerà così vicino da mettere in pericolo la Terra;
  4. l’intelligenza artificiale ci dominerà;
  5. una guerra mondiale, la terza inizierà tra due Paesi alleati;
  6. Nostradamus aveva pensato anche a una crisi economica che avrebbe portato al crollo dei mercati finanziari;
  7. se Elon Musk andrà su Marte e Jeff Bezos nello spazio entro quest’anno, allora Nostradamus aveva proprio ragione;
  8. Corpi morti dall’acqua, terra che uno porterà lì, aspettando invano la fortuna di essere sepolto lì” sarebbe la quartina su terremoti e inondazioni.