spazio-cina-primo-pezzo-stazioneAnche Virgin Galactic ha ottenuto l’approvazione dalla Federal Aviation Administration (FAA) per lanciare nello spazio navicelle con a bordo passeggeri “comuni”, non solo astronauti.

Il prezzo delle azioni della società di Richard Branson è aumentato del 35% dopo aver annunciato di aver ottenuto la licenza di cui aveva bisogno per portare nello spazio chiunque. “La licenza attualmente in vigore dal 2016 rimane in vigore. Tuttavia, ora è stata convalidata una nuova licenza per consentire il trasporto di più passeggeri che potremmo chiamare turisti nello spazio”. Queste le recenti dichiarazioni di Michael Colglazier, CEO di Virgin Galactic.

“Ovviamente è un traguardo emozionante e un enorme obiettivo raggiunto per la nostra squadra. Non vediamo l’ora di essere pronti al primo lancio”. Per il momento quattro piloti e il capo del corpo astronauti della compagnia Beth Moses, sono le uniche persone a prendere parte ai voli di prova. Tutti i partecipanti citati sono stati riconosciuti dalla FAA come astronauti. I funzionari statunitensi considerano un’altitudine di 80 chilometri, o circa 50 miglia, sopra la Terra come il confine dello spazio.

Virgin Galactic pronta a lanciare le proprie navicelle nello spazio con a bordo passeggeri comuni, non solo astronauti

Virgin Galactic ha già 600 prenotazioni per navicelle pronte a decollare dalla base nel New Mexico. I costi ammontano tra i 200.000 e 250.000 dollari per ciascun biglietto. La compagnia ha già completato tre voli di prova e ne ha altri tre in programma. Il prossimo volo trasporterà quattro passeggeri per testare la cabina della navicella spaziale Unity, e il secondo avrà a bordo il signor Branson. Il terzo e ultimo volo di prova trasporterà a bordo membri dell’Aeronautica Militare.

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, ha annunciato che sarebbe salito a bordo del primo volo spaziale di Blue Origin il 20 luglio, ed è stato ipotizzato che Branson potrebbe spostare il volo di prova per battere il suo rivale nello spazio. Colglazier ha affermato che Virgin Galactic ora cambierà il suo programma di volo per dimostrare “l’esperienza acquisita in cabina”. “So che ci sono molto interesse e tante speculazioni là fuori, ma non abbiamo annunciato né la data né le persone che saliranno a bordo”, ha dichiarato Colglazier. “Ci avviciniamo a questo traguardo in modo molto metodico“.