IPTV: cosa rischia chi ha l'abbonamento da 10 euro al mese con Sky e DAZN

Riuscire ad usufruire del mondo pay TV non attraverso i canali ufficiali e gli abbonamenti messi a disposizione dei grandi licenziatari può comportare problemi. Partendo da questo assunto bisogna dunque screditare ogni tipo di piattaforma pirata, soprattutto quelle che offrono abbonamenti IPTV. La Guardia di Finanza infatti sta indagando molto sulla questione, tanto da aver beccato numerose piattaforme in fallo.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: gli utenti che si servono di un abbonamento del genere potrebbero finire nei guai con la legge

L’indagine della Guardia di Finanza hanno portato a scoprire una nuova organizzazione proprio durante gli scorsi giorni. La compagnia di Milano è stata infatti in grado di sequestrare due centrali di trasmissione illegali. Queste erano localizzate in Svizzera e in Sicilia gestite da 22 italiani e due svizzeri. Ora sono tutti indagati.

Sono stati inoltre scoperti anche 2000 clienti. Ora i rivenditori del servizio potranno ricevere una multa da 2.582 a 25.822 euro e per gli oltre 2mila clienti-utenti finali dislocati su tutto il territorio nazionale, arriverà una sanzione di 1.032 euro. Ricordiamo dunque a tutti che si consiglia sempre di avere un abbonamento legale, proprio per non incorrere in problematiche del genere.