Una dei contesti tasse che manda in crisi la maggior parte delle famiglie italiane è senza dubbio alcuno quella inerente la bolletta della luce, l’utenza infatti, già di per se porta davanti gli occhi degli importi da pagare davvero onerosi e come se non bastasse, da oltre un anno a questa parte conta al suo interno anche il Canone Rai, aggiunto alla bolletta della luce per obbligare a pagarlo in modo più costante vista l’enorme mole di contribuenti che fuggivano da tale imposta.

Ovviamente ciò ha creato un malcontento generale dal momento che comunque in molti si lamentano dell’impossibilità di scegliere o meno se fruire del servizio televisivo, fattore che ha contribuire a inasprire i rapporti del popolo con lo Stato, che a quanto pare però, si prepara a rifilare un nuovo colpo alle finanze delle famiglie italiane, vediamo di cosa si tratta.

TARI per il nuovo Canone bis

Stando alle ultime indiscrezioni, sta prendendo sempre più quota l’ipotesi di applicare la stessa politica adottata per il Canone Rai anche alla TARI (Tassa sui rifiuti), introducendola dunque all’interno della bolletta della luce, una scelta volta ovviamente a mantenere finanziato il servizio offerto da ogni comune e che comunque nel caso, vedrebbe l’importo regolato in base sia a quanto effettivamente dovuto sia alle esenzioni di cui ogni nucleo gode.

Si tratterebbe dunque di una scelta forte, che però, come anche detto dai rappresentanti di Italia Viva, consentirebbe di risolvere il problema alla radice una volta per tutte, “Paghi lo Stato in cambio della fine concreta del problema.”