Zoom

Tutti hanno un punto debole e anche le app hanno il loro. Questa volta è arrivato il turno per Zoom Messenger. Gli esperti hanno scovato una pericolosa falla che mette a rischio tutte le informazioni personali del proprietario del dispositivo. Ad avere questa debolezza sono le due versioni per Windows e Mac. Ecco di cosa si tratta.

 

Anche Zoom Messenger ha una falla

Ebbene sì, anche Zoom Messenger ha una falla e a rischio c’è la privacy di chiunque usa l’app su Windows o su Mac. Tuttavia chi l’ha scoperta non ha ancora pubblicato i dettagli dell’operazione che porta gli hacker a rilevare tutti i dati personali dell’utente.

A scoprirlo è stato proprio un gruppo di “hacker bianchi” facente parte del team di ricercatori di Computest. Il loro lavoro è quello di cercare errori e difetti di un app così da comunicarlo prontamente ai produttori. Una vera e propria lotta contro il tempo perché loro sono i buoni che combattono contro il cybercrimine. La falla di Zoom è stata scoperta in occasione del concorso “Pwn20wn” organizzato da “Zero Day Initiative“, azienda esperta in sicurezza informatica.

A causa di questa falla un hacker potrebbe accedere ai dati personali del computer senza che il malcapitato debba installare o scaricare alcuna applicazione infetta. Non sono nemmeno necessari file, link o quant’altro. Tutto avviene grazie a un codice di sistema facilmente violabile.

Si presuppone che Zoom apporterà le dovute modifiche e correzioni così da rendere la sua app sicura da utilizzare. Tutti gli utenti quindi sono invitati a prestare attenzione al prossimo aggiornamento che uscirà, così da scaricarlo e installarlo il prima possibile. Anche se non sono ancora stati diffusi i dettagli di questa falla, dall’altra parte dello schermo potrebbe esserci già qualcuno capace di sfruttarla. Meglio scongiurare il prima possibile un rischio davvero importante.

Vogliamo portare all’attenzione una falla di WhatsApp che mette a rischio l’account personale di tutti. Comunque Zoom continua a mantenere il primato di app più scaricata nel 2020.

VIAVia