dieselIl diesel continua ad essere il preferito carburante preferito dagli italiani. A dimostrarlo anche i recenti incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni messi in campo dal Governo. Nell’ultimo anno infatti le politiche per favorire la transizione green sono diventate sempre più pressanti. Malgrado la pandemia abbia causato una grave crisi economica dal fronte europeo si continua a spingere per cercare di ridurre le emissioni provenienti dalla circolazione dei veicoli.

Uno dei metodi più utilizzati in tal senso sono proprio gli incentivi per l’acquisto di vetture a basse emissioni o addirittura a emissioni zero. Proprio per quanto riguarda questi finanziamenti arriva un dato abbastanza significativo. Sembra infatti che gli incentivi sul diesel siano stati ormai distribuiti nella loro totalità.

Diesel: stop agli incentivi

 

L’iniziativa ha evidentemente raccolto molti consensi visto che gli incentivi messi a disposizione sono terminati. La cifra messa a disposizioni degli automobilisti era di ben 250 milioni di euro, per di più cifra che faceva riferimento ai soli modelli diesel; il tutto, per di più, dopo un primo finanziamento stabilito con la legge di bilancio 2021.

Per intenderci i fondi erano destinati all’acquisto di veicoli le cui emissioni di CO2 rientrassero in un range tra i 61 e i 135 gr/km. Adesso terminati gli ecoincentivi non sappiamo se giungerà una nuova iniziativa per aiutare ancora più gente a potersi spostare nel modo meno inquinante possibile. Quel che è certo è che nel mondo in cui viviamo la lotta alle emissioni e il controllo del climate change giocano un ruolo imprentante per la nostra sopravvivenza.