ps5-stati-uniti-presidente-carenza

Come sappiamo, riuscire a mettere le mani su una PS5 è un compito assai arduo. Per averlo ci vuole un pizzico di fortuna e di una connessione veloce così da battere tutti quando le scorte tornano online, oppure un po’ di malizia sfruttando dei bot. La situazione corrente è dovuta principalmente alla carenza di chip. Il presidente degli Stati Uniti sta cercando di risolvere la situazione.

Nelle ultime settimane più volte il presidente Biden ha annunciato di voler dare una svolta all’economia anche puntando forte sulla produzione interna di semiconduttori. Questo vuole dire quindi aumentare la produzione di chip tra cui quelli che servono alla PS5, ma non solo. Si sta parlando di una moltitudine di prodotti, di macchine, schede video e tanto altro.

 

PS5 e carenza di chip

Il primo passo che verrà fatto dal presidente degli Stati Uniti è di riunire le principali aziende del paese e non solo per discutere un piano di uscita da questa situazione di emergenza. Tra questi c’è anche Stellantis, Intel, Samsung e altri nomi conosciuti. Il minimo per risolvere questo problema così grande in cui la carenza di PS5 è solo una goccia in un mare.

Il presidente degli Stati Uniti propone un piano simile a quello di TSMC, un investimento da ben 100 miliardi di dollari. L’idea è anche di ridurre i rapporti commerciali con la Cina in tal senso, rendersi più autonomi e questo vuol dire passare anche per l’Europa in cui ci sono enormi possibilità di miglioramento. A secondo della campana che suona, la carenza potrebbe risolvere entro la fine anno o bisognerà ancora l’anno prossimo. In sostanza, se state aspettando una PS5, potete solo che incrociare le dita.