LG, smartphone, business, Android, Android 12, update

In questi giorni LG è stata al centro dell’attenzione in seguito all’importante decisione presa dal produttore. La divisione smartphone sarà definitivamente chiusa nel corso dei prossimi mesi, sancendo l’uscita dal settore del brand.

LG ha giustificato la decisione di abbandonare il settore smartphone a causa dell’elevata concorrenza da parte degli altri brand. Inoltre, l’appeal degli smartphone realizzati dal produttore non era più quello del glorioso passato così come i profitti.

Nonostante non verranno presentati nuovi device, anche se il produttore stava lavorando a due smartphone, LG ha ribadito la volontà di non abbandonare i propri utenti. In queste ore è arrivata la conferma ufficiale sull’impegno attivo a fornire supporto ai propri smartphone attualmente in commercio.

LG conferma che arriveranno le nuove versioni di Android

In particolare, LG sottolinea che gli smartphone premium riceveranno fino a tre anni di aggiornamenti. Il produttore inoltre fa riferimento direttamente a tre major update per il sistema operativo Android. Bisogna sottolineare che il numero di aggiornamenti dipende dall’anno di prima commercializzazione.

Al momento, LG ha confermato alcuni dei device che rientreranno in questo piano di aggiornamento. Gli smartphone sono quelli di fascia alta presentati a partire dal 2019 e negli anni successivi.

LG indica che tutti i device della serie G, serie V, VELVET e Wing saranno attivamente supportati. Per quanto riguarda i device presentati nel 2020 rientreranno certamente nella lista LG Stylo e la serie K. Questo significa che gli smartphone saranno aggiornati con le nuove versioni del sistema operativo del robottino verde. Inoltre, gli aggiornamenti software includeranno anche le patch di sicurezza che saranno garantite per un certo periodo di tempo.

Il brand continuerà a produrre smartphone fino alla chiusura effettiva della divisione mobile. Inoltre, eventuali scorte potranno essere commercializzate anche dopo la sospensione dei lavori. Una situazione del genere giustifica la volontà di supportare gli utenti che dovessero acquistare un device dopo la fine dell’avventura di LG.