Il social network per contenuti audio del momento, Clubhouse, ha recentemente fornito una stima del tempo necessario prima che la versione Android dell’applicazione venga ufficialmente rilasciata.

In seguito all’operazione di reverse engineering dell’app per iOS che ha permesso di dare vita alla prima versione non ufficiale ma funzionante per Android, bisognerà attendere ancora “un paio di mesi” per poter utilizzare quella ufficiale. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Clubhouse: ci vorranno almeno un paio di mesi per lo sbarco su Android

Durante l’evento settimanale Townhall, il co-fondatore di Clubhouse Paul Davison ha dichiarato che l’azienda sta lavorando duramente per sbarcare su Android, ma ci vorranno ancora un paio di mesi. Tale ritardo, più che a problemi di sviluppo, sarebbe legato alla delicata questione di scalabilità del social network.

La crescita repentina che l’apertura verso il mondo Android implicherebbe, rischia infatti di stravolgere le dinamiche di funzionamento della piattaforma. Per questo motivo l’azienda starebbe contemporaneamente pensando anche ad una serie di migliorie da apportare. Durante l’evento l’azienda ha infatti annunciato degli strumenti per i creatori che in futuro potranno anche monetizzare i loro eventi.

Ogni giorno che passa, Clubhouse si ritrova però a fare i conti con diverse complicazioni ed un mercato spietato. Da una parte ci sono tutti i grossi competitor che stanno implementando funzioni simili, come per esempio Twitter Spaces, mentre dall’altra un manipolo di malintenzionati sta proponendo sul Google Play Store delle applicazioni fake malevole. Ovviamente non ci resta che attendere ancora un po’ di tempo per avere una data ufficiale.