blank

Huawei ha deciso di riscattarsi in seguito alle innumerevoli accuse e leggi a suo sfavore da parte degli Stati Uniti. Per tornare più forte di prima, l’azienda si sta scagliando contro aziende del calibro di Apple e Samsung a causa del 5G.

Come riportato da Bloomberg, Huawei ha una sorta di record per quanto riguarda la quantità di brevetti ottenuti per il 5G. Per questo l’azienda sta negoziando tariffe e licenze senza scrupoli. Si stima che il gigante cinese riceverà circa 1,3 miliardi di dollari da commissioni che risalgono agli ultimi anni. Secondo quanto riferito, Apple ha venduto 70 milioni di iPhone negli ultimi tre mesi del 2019, mentre Samsung, il più grande produttore di smartphone Android, ha venduto 68,8 milioni di Galaxy nello stesso periodo.

Huawei vs Apple e Samsung: novità sulle infrastrutture per il 5G

Gli smartphone non sono gli unici prodotti che i brevetti di Huawei potrebbero sfruttare per trarre un guadagno. Anche Smart Home e Auto Intelligenti sono prese in considerazione. Il Regno Unito ha annunciato nel luglio 2020 che Huawei non avrebbe potuto usufruire della sua infrastruttura per il 5G. Il Regno Unito come tanti altri. Adesso per Huawei è arrivato il momento di avere un piccolo tornaconto, con interessi annessi.

Recentemente, l’azienda ha dovuto vendere Honor, il suo sottomarchio, a Shenzhen Zhixin New Information Technology. “Il passaggio di testimone aiuterà i venditori e i fornitori a superare questo momento difficile”.  Sebbene Huawei sia stata segnata dalle faide con gli Stati Uniti, è possibile che queste azioni possano rivelarsi vantaggiose a lungo termine.  Lo sviluppo del 5G in Cina, così come la sua ricerca sull’intelligenza artificiale, è in forte crescita nonostante le difficoltà.

Molti insinuano che Huawei non stia cercando di recuperare per riscattarsi e per un tornaconto personale, ma per aiutare il governo a controllare la popolazione utilizzando tecnologie migliori. L’azienda, ovviamente, smentisce queste voci di corridoio.