blank

Ancora in questi giorni ci sono numerose indiscrezioni relative al Fisco ed alla prossima tornata di invio per le cartelle esattoriali. A causa della pandemia e della seguente crisi economica, da un anno è previsto il blocco delle tasse arretrate. L’Agenzia delle Entrate però potrebbe sbloccare le istanze tra pochi giorni.

 

Fisco, possibile la proroga del blocco tasse dopo il 28 Febbraio

Allo stato attuale il blocco dei pagamenti verso il Fisco si estende sino al 28 Febbraio. A partire dal 1 Marzo, l’Agenzia delle Entrate potrebbe già programmare l’invio di milioni di cartelle esattoriali nelle case degli italiani.

In base agli ultimi dati, il Fisco ha oltre cinquanta milioni di cartelle esattoriali da spedire. Sono nove milioni, invece, gli italiani che dovranno regolamentare i loro pagamenti arretrati con l’Agenzia delle Entrate. Nei nove milioni sono inclusi sia singoli cittadini che partite IVA.

L’ultimo programma messo a punto dai tecnici del Fisco prevedeva un invio dilazionato delle cartelle esattoriali su base mensile. Ciò per ridurre il carico di lavoro ai danni di Poste Italiane, l’azienda che si occuperà della spedizione degli avvisi di pagamento.

Attenzione però ad una possibile proroga. Dopo che si è insediato il nuovo Governo, sono molteplici le richieste per allungare ulteriormente lo stop ai pagamenti verso il Fisco. A breve potrebbe quindi arrivare una decisione. Laddove dovesse essere concessa la proroga potrebbe estendersi sino a Marzo o sino ad Aprile. Non giungono invece novità sul saldo e stralcio. Data la crisi economica perdurante a causa della pandemia, da più parte era arrivata tale richiesta.