Cartelle esattoriali

Salvo ulteriori proroghe come si è visto in questi mesi, a marzo scadrà il blocco di 50 milioni di atti pronti a raggiungere tutti i debitori del Fisco. Pare che, secondo alcune indiscrezioni, il Governo Draghi possa pensare a una nuova rottamazione delle cartelle esattoriali. Ecco i dettagli.

 

Governo Draghi: ipotesi per una nuova rottamazione delle cartelle esattoriali

Purtroppo il Covid-19 oltre a mietere vittime in campo sanitario, sta facendo strage a livello economico. Sono molte infatti le famiglie che ad oggi sono in seria difficoltà. Diverse delle quali sulla soglia della povertà. Sicuramente le cartelle esattoriali pronte a partire a marzo non sarebbero di aiuto.

Ecco perché si vede necessario intervenire a fronte unito in relazione sia a debiti pregressi, che i contribuenti hanno accumulato con il fisco, sia a quelli nuovi ancora da notificare. Sono molti coloro che hanno dovuto sospendere o sono stati obbligati a chiudere la loro attività. Sarebbe impossibile affrontare ulteriori spese, anche se dovute, onorando le cartelle esattoriali insolute.

Da diverso tempo il pensiero comune porterebbe a una triplice azione. Per prima cosa sarebbe auspicabile introdurre importanti agevolazioni per i nuovi debiti contratti dal 2021. Inoltre sarebbe utile e indispensabile cancellare gli atti che, essendo passati in prescrizione, non sono più esigibili. Infine l’idea di attuare una rottamazione quarter per le cartelle esattoriali ancora aperte.

Con il nuovo governo Draghi all’orizzonte potrebbe vedersi una probabile rottamazione delle cartelle esattoriali. Ma rimane pur sempre un’ipotesi che deve essere confermata.

 

Esistono delle possibilità per annullare alcuni atti del Fisco

Esistono comunque delle condizioni che annullerebbero alcuni atti del Fisco. È perciò importante documentarsi in merito e se possibile agire prima, senza aspettare buone nuove dal Governo.

Tutte le informazioni necessarie a capire se le cartelle esattoriali ricevute possono essere annullate si possono trovare su questo link.