Tim

Cento anni e non sentirli. È proprio la storia di Tim che ha da poco festeggiato questi lunghi anni di attività con un emozionate spot che è un musical vero e proprio sulle note di Mina. E le novità sembrano solo iniziare per l’azienda tutta italiana di telecomunicazioni che porta davvero bene i suoi anni. Ecco un accordo che darà seguito a un importante sviluppo nelle industrie italiane.

 

Annunciato l’accordo tra Tim e Comau

Non è passato molto tempo dall’annuncio di un accordo tra Tim, Intesa Sanpaolo e Google volto a digitalizzare i servizi del famoso istituto bancario. Tuttavia solo pochi giorni dopo, eccola protagonista di una nuova partnership che ha l’obbiettivo di far crescere l’industria italiana.

Questa volta con Tim c’è Comau, azienda italiana del Gruppo FCA dedicata allo sviluppo e alla realizzazione di processi di automazione nel settore automotive. Con Tim inizierà un percorso di trasformazione digitale nelle aziende del settore, sviluppando nuovi prodotti funzionali anche per tutta la manifattura italiana.

Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Tim, ha già presentato il primo risultato di questa collaborazione. In sostanza la gestione da remoto delle macchine industriali è migliorata. Tutte le informazioni necessarie per migliorare i processi produttivi sono segnalate e fruibili da remoto. Tutto questo grazie a “Industrial IoTIM powered by Comau” che sfrutta la connettività ultraband unita ai servizi Edge cloud e Industrial IoT di Tim. Questo sistema garantisce un’interconnessione e una gestione remota degli impianti industriali. Nondimeno assicura maggiore sicurezza, produzioni più efficienti e riduzione dei tempi e dei relativi costi di produzione.

In pratica si parla di Industria 4.0 per eccellenza. Infatti Massimo Mancini, Responsabile Enterprise Market di TIM, si è così espresso in merito alla nuova alleanza tra TIM e Comau: “Questa partnership strategica con Comau posiziona il Gruppo TIM come punto di riferimento in Italia nell’Industrial IoT, un mercato che sarà sempre più importante con la progressiva implementazione del 5G e dell’Intelligenza Artificiale. La scelta di unire le nostre forze con un leader tecnologico e innovativo riconosciuto a livello mondiale conferma il nostro impegno a promuovere e sostenere il progresso digitale del Paese”.