Postepay: nuova truffa phishing svuota il conto agli italiani

I clienti di Postepay possono prendere parte regolarmente al programma cashback. Dopo le anomalie dei primi giorni per l’app IO e per la registrazione degli strumenti di pagamento, il sistema si è oramai stabilizzato e tutti i possessori di una Postepay possono registrare la carta ricaricabile per ottenere rimborsi sugli acquisti. Con la tessera di Poste Italiane i vantaggi sono doppi, dato che oltre al cashback di Stato vi è anche un cashback interno.

 

Postepay, il doppio programma cashback per i clienti

Il programma dei rimborsi sugli acquisti effettuati in negozio è oramai ampiamente conosciuto dagli italiani. Come da disposizioni ministeriali, tutti coloro che effettueranno acquisti da qui al 6 Gennaio in uno store fisico, con pagamento attraverso moneta virtuale, riceveranno il 10% di rimborso direttamente sul conto corrente.

Per partecipare al cashback di Stato è necessario dotarsi delle credenziali SPID e dell’app IO, il servizio ufficiale della Pubblica Amministrazione. Ogni italiano avrà diritto a rimborsi sino alla soglia di 150 euro. Sarà necessario però effettuare almeno dieci transazioni in negozi, con carta di credito, di debito o anche con la Postepay.

Proprio Postepay, inoltre, garantisce un ulteriore vantaggio a tutti i suoi clienti. In aggiunta al cashback di Stato è infatti disponibile anche un cashback interno. Poste Italiane ha lanciato da poco il programma “Paga con Postepay”.

Nei negozi che aderiscono all’iniziativa, i possessori di Postepay potranno effettuare acquisti in tutta comodità pagando attraverso il codice QR dell’app ufficiale. Con tale dinamica, ogni cliente avrà diritto ad 1 euro di rimborso per ogni spesa dal valore superiore di 10 euro.