Wonder Woman uscita 28 gennaio cinema e streaming

Dopo diverse problematiche e rinvii a causa della pandemia del Coronavirus, la Warner Bros ha da poco confermato l’uscite nelle sale cinematografiche del nuovo film Wonder Woman 1984. L’uscita del film nei cinema italiani è prevista per il prossimo 28 gennaio 2021 ma non solo. La casa di produzione cinematografica ha infatti confermato l’uscita in contemporanea della nuova pellicola anche in streaming su HBO Max.

 

Wonder Woman 1984 sarà trasmesso sia al cinema sia in streaming

Mai come quest’anno i vari servizi e le piattaforme di streaming si sono rivelati così indispensabili. In seguito alla crisi e alle varie chiusure imposte per contenere i contagi dovuti al Covid-19, infatti, è stata rimandata l’uscita di numerose pellicole cinematografiche e, oltre a questo, molti cinema di tutto il mondo sono stati costretti a chiudere per un lungo periodo di tempo.

Come già accennato, la Warner Bros ha però finalmente confermato la data dell’uscita ufficiale della sua nuova pellicola, ovvero Wonder Woman 1984. Dopo essere stato rimandato numerose volte, infatti, il film sarà disponibile alla visione nelle sale cinematografiche italiane a partire dal prossimo 28 gennaio 2021. Secondo quanto è stato dichiarato, questo film sarà inoltre disponibile in contemporanea sulla nota piattaforma di streaming HBO Max. Bisogna sottolineare che per la visione del film in streaming non verrà richiesto un ulteriore costo. Vi ricordiamo invece che con l’uscita sulla piattaforma Disney+ del nuovo film Mulan è stato invece necessario attivare l’accesso VIP ad un costo maggiorato.

La famosa casa cinematografica è comunque lieta di poter rendere disponibile questo suo nuovo film. Toby Emmerich, ovvero il Presidente della Warner Bros Pictures Group, ha così commentato: “Apprezziamo la pazienza del pubblico e, vista la grande attesa per Wonder Woman 1984, siamo grati di essere in grado di rendere questo film incredibilmente divertente ampiamente disponibile in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo”.