bonus mobilità caos richieste

Dalla giornata di ieri 3 novembre 2020 è finalmente possibile fare richiesta per ricevere il tanto atteso bonus mobilità che permette di usufruire di uno sconto sull’acquisto di una bici o di un monopattino. Da ieri, infatti, è operativo il portale www.buonomobilita.it dal quale è possibile fare richiesta possedendo lo SPID. Nonostante sia attivo da poche ore, però, è già iniziato il caos per il boom di richieste.

 

Boom di richieste per il bonus mobilità, coda infinita per poterlo richiedere

Era facile immaginare che in molti avrebbero tentato di avere questo bonus ed effettivamente è stato così. A partire dalle ore 9 di ieri 3 novembre 2020 sono arrivate infinte richieste da parte dei cittadini italiani intenzionati a richiedere l’incentivo per l’acquisto di una bici o di un monopattino. Questo ha cominciato ha creare il caos in quanto in tanti, forse troppi, hanno cercato nello stesso momento di utilizzare il sistema SPID di Poste Italiane per poter avere il bonus.

Come segnalato ieri, infatti, il sistema di Poste Italiane per la gestione dello SPID ha avuto numerosi problemi apparentemente dovuti all’eccessivo numero di accesso sia dal sito web che dalla applicazione. Anche se non ci sono state conferme ufficiali, la causa di questo caos sembra essere dovuta proprio alla possibilità di poter richiedere il bonus mobilità. C’è da sottolineare che i fondi per ricevere questi incentivi non sono infiniti e per questo occorrerebbe affrettarsi per poterlo richiedere. Secondo i dati riportati ieri pomeriggio sul sito www.bonusmobilita.it, il plafond residuo era pari a 182.303.547,63 euro. Vi ricordiamo che con questi incentivi si potrà avere un buono sconto pari al 60% della spesa di bici o monopattini fino ad un massimo di 500 euro.