In virtù dell’inesorabile fine di Google Play Music, Spotify ha predisposto un modo più facile e veloce per consentire ai titolari di un account Google di potersi registrare al suo servizio.

Per chi ancora non lo sapesse infatti, il colosso di Mountain View ha annunciato l’addio al proprio servizio denominato Play Musica. Scopriamo ora tutti i dettagli.

 

Spotify permette di accedere con l’account Google

Ora è finalmente possibile utilizzare un accesso al proprio profilo di Big G per utilizzare Spotify da uno smartphone e tablet Android. Questa nuova integrazione non comporta dei diretti vantaggi, se non un pizzico di sicurezza aggiuntiva e la possibilità di poter fare a meno di ricordarsi di un’altra password.

Inoltre, gli utenti non possono passare da un account Spotify tradizionale a questa nuova soluzione d’accesso, e a comunicarlo è lo stesso servizio con il seguente messaggio: “Al momento non puoi collegare un account esistente a Google. Se il tuo indirizzo e-mail di Spotify è uguale al tuo indirizzo e-mail di Google, ti viene chiesto di accedere con il tuo indirizzo e-mail e la password. Se il tuo indirizzo email Spotify è diverso dal tuo indirizzo email Google, creerai un nuovo account se scegli di registrarti con Google“.

Da quello che è stato scoperto, al momento tale funzione è disponibile per i soli dispositivi Android e sul Web, mentre non sembra ancora essere approdata su iOS o Windows 10. Infine, sembrerebbe che la sua disponibilità si stia pian piano allargando a tutti gli utenti.