internetCome sappiamo, sul mercato possiamo trovare varie offerte per quanto riguarda l’ADSL o Internet mobile. Una gran parte di offerte di telefonia mobile presentano dei limiti sui Giga da poter usare ogni mese. Con queste tariffe, la navigazione deve rientrare i determinati limiti a fronte di un pagamento mensile.

Molti hanno la difficoltà di non riuscire a capire quale sia la tariffa giusta per loro in base ai Giga che hanno intenzione di investire al mese. Questo è sicuramente un aspetto fondamentale su molti punti di vista. Dunque, di quanti Giga al mese abbiamo bisogno? Scopriamolo.

Internet: i Giga che ci servono per navigare in tranquillità

 

Uso leggero: 10 Giga al mese

La risposta è semplice: dipende da cosa vogliamo fare. Se optiamo per un uso leggero possiamo anche pensare di prendere in considerazione un’offerta di 10 Giga al mese. Questi possono bastare per chi utilizza poco lo smartphone o per chi lo sfrutta maggiormente con la connessione Wi-Fi. In molti casi, puntare su questa offerta può essere buono per chi ha intenzione di risparmiare.

Tuttavia, chi usa questo tipo di connessione deve prestare attenzione a due elementi. Con questa disponibilità di Giga, infatti, bisognerà essere parsimoniosi. Ciò che esaurisce rapidamente i Giga sono:

  • La visione di video in streaming con la connessione dati (tramite YouTube ma anche tramite social network come Instagram, Facebook o TikTok)
  • Il download di file di grandi dimensioni

Uso Frequente: 50 Giga al mese

Se si usa lo smartphone frequentemente con la connessione dati, è assolutamente consigliato puntare su un bundle decisamente più consistente, come ad esempio 50 Giga al mese. Questa soluzione è adottata dalla maggior parte degli utenti perché si adatta maggiormente alle loro esigenze. Con 50 Giga è difficile rimanere senza rete Internet a fine mese.

Per portare ad esaurimento tutti i Giga dovremmo:

  • Visionare video in streaming per molto tempo tramite rete dati (ad esempio guardare diversi film al mese in alta definizione)
  • Scaricare file di grandi dimensioni per più volte durante il mese

Uso Intenso: da 100 Giga a Giga illimitati

Infine, c’è chi utilizza la connessione dati molto frequentemente ed ha bisogno di più Giga. Ci sono utenti che arrivano ad usare 100 Giga al mese. In alternativa, possiamo anche arrivare ad usare Giga illimitati.

Ci sono varie offerte per quanto riguarda i Giga illimitati:

  • La prima riguarda quelle per app e servizi. Pare che molti operatori mettano a disposizione Giga illimitati per i social network, per ascoltare musica o anche per guardare video a risoluzione ridotta.
  • Tuttavia, le suddette offerte possono avere costi molto più elevati e possono includere dei limiti alla velocità di navigazione. Ma, comunque, è la miglior soluzione per chi ha bisogno di maggiore disponibilità per navigare.

Internet: lo streaming audio e video

Netflix e Spotify

Tra le principali “cause” di consumo di Giga di Internet c’è sicuramente la visione di video in streaming e l’ascolto di musica in streaming. Gli utenti che usano la connessione ai dati mobili per fare queste due cose dovranno stare attenti perché i Giga possono andare via velocemente. Servirà, dunque, un’offerta adatta alle loro esigenze nel caso in cui usiamo frequentemente sia Netflix che Spotify.

Facendo una media, usare Netflix consuma circa 1 Giga all’ora se la qualità è standard. Se è in HD, arriva a consumare fino a 3 Giga all’ora. Su smartphone e tablet il consumo è minore.

Per usare Netflix senza consumare troppo ci sono delle tecniche: mettere a qualità bassa, che riduce i consumi di 0.3 Giga all’ora, o media, che riduce i consumi di 0.7 Giga all’ora. Oltre a questo, ci sono altre opzioni che mette a disposizione la piattaforma per ridurre i Gigabyte:

  • Automatico: 4 ore di streaming per 1 GB di dati
  • Solo Wi-Fi: la riproduzione di contenuti in streaming avviene solo se connessi a rete wireless
  • Risparmio dati: 6 ore di streaming per 1 GB di dati

Anche la piattaforma di streaming musicale Spotify mette a disposizione una serie di funzioni per ottimizzare l’ascolto di musica in streaming. La modalità automatica, infatti, regola la qualità della trasmissione dei dati a seconda della connessione che stiamo usano. La modalità normale limita lo streaming a 96 Kbps, quella alta, invece, a 160 Kbps. Infine, abbiamo quella più performante che è quella massima che ci permette di ascoltare musica a 320 Kbps.

Tenendo in considerazione questi dati, possiamo fare una stima dei consumi di traffico secondo le varie modalità di ascolto:

  • Automatica: non si possono fare stime precise
  • Normale: circa 40 MB per un’ora di ascolto
  • Alta: circa 70 MB per un’ora di ascolto
  • Massima: circa 140 MB per un’ora di ascolto

Nel caso in cui siamo interessati a sapere il consumo di altri servizi, come YouTube, Prime Video o Amazon Music, dobbiamo recarci sul sito ufficiale e verificare il consumo dati dichiarato dalle stesse piattaforme.