bonifici-bancari-controllo-fisco

Per molti italiani l’autunno non inizierà nel migliore dei modi. A seguito dello stop caratato dall’emergenza Covid, infatti, proprio nelle prossime settimane ripartiranno le notifiche dei pagamenti per le cartelle esattoriali da parte del Fisco e dell’Agenzia delle Entrate.

 

Fisco e tasse, previsti pagamenti arretrati per 9 milioni di italiani

Lo stop attuale alla ricezione delle tasse arretrate è fissato al 14 Ottobre. Ciò significa che, stante le cose, il Fisco proprio dal 15 Ottobre inizierà ad inviare le prime cartelle esattoriali. Sulla base delle prime rilevazioni, saranno 9 milioni i fascicoli inviati ad altrettanti milioni di connazionali.

Il blocco dei pagamenti, giustificato proprio dalle fase critiche dell’emergenza prima sanitaria e poi economica, è quindi destinato a cessare. C’è da dire però che, in questi giorni, il Governo sta valutando un’ulteriore estensione per l’immediato futuro.

In attesa di scoprire se verrà data un’ulteriore proroga, questa notizia già sta mettendo in allarme migliaia di italiani. A protestare contro le prossime azioni del Fisco sono soprattutto quei cittadini che hanno attività commerciali ancora non ripartite del tutto e che ancora subiscono i danni del post lockdown.

Sempre sul tavolo dell’esecutivo, inoltre, vi è un’altra proposta: quella del saldo e stralcio. Sulla base delle richieste dei contribuenti e dei debitori in difficoltà con i pagamenti potrebbe essere applicata questa manovra che prevede una riduzione del valore delle cartelle esattoriali, a fronte però di un pagamento immediato o rateizzato in tempi contingentati. Ovviamente tale manovra sarebbe vincolata alla attuale situazione reddituale e finanziaria di ogni singolo debitore.