Postepay: le truffe e il phishing tornano di moda, ecco come evitarle

Quando si parla di truffe in merito a carte di credito o prepagate, capita sempre di mezzo la ormai celebre Postepay. Il supporto messo a disposizione da Poste Italiane è dunque sempre il preferito dei truffatori, i quali però non possono di certo accedervi direttamente.

La sicurezza infatti in questo caso è la più sviluppata in assoluto, visto che non ci sono falle di nessun genere all’interno della carta. Ciò che avviene è semplicemente lo sfruttamento del nome, il quale permette di creare dei messaggi che sembrano provenire proprio da Poste Italiane. Questi, che non sono altro che tentativi di phishing, mirano a sorprendere gli utenti che magari, credendoci, concederanno i propri dati.

 

Postepay: ecco il testo della truffa che arriva tramite e-mail, stanno cercando di rubare i dati e i soldi

Egregio Cliente di Poste Italiane,

Siamo spiacenti di informarla che abbiamo deciso di sospendere le sue operazioni sul sito delle
Poste visto che lei ha ignorato la precedente richiesta di confermare la sua identità.

Per poter riutilizzare la sua carta Postepay / Conto Bancoposta, si prega di confermare
immediatamente le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro
sito nella sezione dedicata alle verifiche.

Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di effettuare:

  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche, bonifici ed operazioni di PostaGiro.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.

Ci dispiace per il disagio arrecato!

Servizio Assistenza di Poste Italiane 2018