blankProsit è il nome di una nuova app ideata da alcuni ricercatori della Dalhauosie University. Il suo compito è quello di rilevare disturbi come l’ansia e la depressione semplicemente dall’uso dello smartphone. L’idea è quella di utilizzare come parametri abitudini e atteggiamenti così da poter ottenere un quadro clinico che non va a sostituire il lavoro di uno specialista ma potrebbe fungere da supporto al fine di monitorare la salute del paziente al di fuori delle sedute.

Prosit è l’app capace di monitorare la salute mentale dall’uso dello smartphone!

 

L’intento dei ricercatori è quello di utilizzare alcune informazioni ricavate dall’utilizzo dello smartphone per rilevare ansia e depressione. L’app agisce monitorando la frequenza con la quale l’utente effettua chiamate, la cronologia dei messaggi, l’analisi del sonno e l’attività fisica svolta, ma non è tutto. Prosit è in grado di percepire la velocità e pressione esercitata dall’utente durante la digitazione di un messaggio.

Ogni settimana l’app propone all’utente la registrazione di un audio di circa 90 secondi durante il quale dovranno autovalutare i loro sentimenti utilizzando una scala di misura che va da uno a cinque; e procedere descrivendo uno dei momenti più emozionanti vissuti durante la loro settimana.

Fino ad ora abbiamo avuto modo di conoscere app che propongono rimedi utili a combattere l’ansia ma per la prima volta assistiamo alla creazione di un’applicazione in grado di verificare la salute mentale degli utenti.

Attualmente circa 300 persone, tra le quali 150 sono persone in terapia, stanno testando l’applicazione. Prosit al fine di svolgere il suo compito necessita l’accesso a dati personali, dunque gli utenti interessati ad utilizzarla dovranno firmare un modulo di consenso.