TIM Iron 50GB: la promozione che ruba utenti a Iliad con un prezzo di 6,99 euro

C’è stata una novità ben poco gradita per gli utenti di TIM in questo primo semestre dell’anno. Così come WindTre e Vodafone, anche il provider di telefonia non ha rinunciato a rimodulare in maniera unilaterale i costi per alcuni clienti. Anziché operare nel campo della telefonia fissa (come i due gestori ora citati), TIM ha deciso di apportare delle modifiche ai piani di telefonia mobile. 

 

TIM, utenti sorpresi da questo aumento dei costi sulle SIM

La novità, già presente da alcuni mesi, prevede un costo extra per i possessori di schede SIM che non hanno attiva una ricaricabile sul loro profilo. Per tutti questi clienti è previsto ora il pagamento fisso di 1,99 euro ogni trenta giorni.

Il cambiamento unilaterale, quindi, non riguarda tutti gli abbonati, ma solo coloro che utilizzano le soglie del proprio piano tariffario per effettuare chiamate, inviare SMS e navigare su internet.

La presenza di questo nuovo costo extra sulle SIM ha ovviamente un valore puramente strategico. L’obiettivo dei tecnici di TIM è quello di invogliare tutti gli abbonati che ancora ne sono sprovvisti all’attivazione di una ricaricabile.

Al netto di questa rimodulazione valida esclusivamente per le schede, proprio in questo mese di giugno è stata programmato un ulteriore aumento dei prezzi. Per dar seguito ad un annuncio del gestore, come anticipato anche su queste pagine, a partire dal prossimo 21 Giugno i costi delle iniziative Ten Go e SuperGiga 20 saranno leggermente maggiorati. Oltre a queste due offerte, in estate non sono previste nuove modifiche dei costi per gli abbonati.