Sony, PlayStation 5, gaming, next-gen, Xbox Series X, Microsoft

La next-gen di Sony è alle porte. Il colosso giapponese infatti non vede l’ora di mostrare ai propri fan la potenza di PlayStation 5 e soprattutto dare un assaggio dei giochi disponibili per la console. Il brand infatti aveva fissato un evento previsto per il 4 giugno, completamente dedicato al gaming.

La conferenza era stata annunciata con entusiasmo nei giorni scorsi. Gli analisti erano pronti a fantasticare sulla lineup di titoli che avrebbero fatto bella mostra di se, ma il tutto è stato rinviato. Tramite un post su Facebook, Sony ha fatto sapere che la conferenza del 4 giugno è annullata e rinviata a data da destinarsi.

Ecco il comunicato ufficiale di Sony

Publiée par PlayStation sur Lundi 1 juin 2020

Le motivazioni sono chiare e Sony si scusa pubblicamente con tutti i propri utenti e fan. Nel post si può leggere il perché di questa decisione:

Abbiamo deciso di rinviare l’evento dedicato a PlayStation 5 previsto per il 4 giugno.

Siamo consapevoli che i gamer di tutto il mondo sono eccitati in attesa di vedere in azione i giochi PS5, ma non ci sembra il momento adatto per festeggiare. Vogliamo fare un passo indietro e permettere a voci più importanti di essere ascoltate

Il riferimento è chiaramente legato alla situazione sociale e politica che gli Stati Uniti stanno vivendo. Il Paese è attualmente sconvolto per la morte di George Floyd, un giovane afroamericano che ha subito un abuso di potere da parte della polizia. Questa situazione ha scatenato violente proteste che si sono trasformate presto in rivolte, tanto da portare alcune città a schierare l’Esercito.

La scelta di Sony è quindi assolutamente condivisibile. Il momento non è dei più adatti per parlare di giochi e console e anche Google ha scelto di rinviare i propri eventi. Il colosso di Mountain View infatti ha rinviato il lancio di Android 11 in attesa di tempi migliori.