fiat-inquinamento-auto-ibride

Quasi tutti i produttori di auto stanno cercando un modo per ridurre al minimo l’emissioni delle auto. Un po’, si spera, per venire incontro all’ambiente, ma dall’altro anche per evitare sanzioni o scarse vendite. Per questo, Fiat sta pensando a una nuova tecnologia pensata per le proprie auto ibride. Questa tecnologia in particolare dovrebbe aiutare a raggiungere le emissioni zero.

La tecnologia è pensata per la guida in città, soprattutto nei centri molto trafficati. Lo scopo è far passare le auto ibride plug-in direttamente alla modalità elettrico quando ci si trova nei centri congestionati dal traffico.

Questo passaggio automatico sarà permesso da diversi sensori di bordo che riconosceranno cosa succede intorno al veicolo. Una scelta del genere non solo andrà ad abbassare le emissioni delle vetture, ma potrebbe portare anche vantaggi come la possibilità di parcheggiare nei parcheggi dedicati alle auto elettriche.

 

Fiat e la gamma di auto ibride

Fiat sembrerebbe essere pronta a introdurre su mercato un gran numero di modelli ibridi, apparentemente ben 30 modelli tra elettrici e ibridi entro il 2022. La compagnia si vuole ritagliare una grossa fetta di mercato grazie a questi modelli anche se la concorrenza sarà tanta e agguerrita.

Tornando al sistema di guida e al passaggio automatico all’elettrico, i test stanno venendo eseguiti a Torino, tanto che la tecnologia prende il nome del capoluogo del Piemonte, Turin Geofencing Lab. Il modello su cui sta venendo testato il tutto è la nuova Jeep Renegade 4xe, ma si tratta ancora di test preliminari. Ci vorrà un po’ prima di vedere arrivare la tecnologia sui nuovi modelli.