WhatsApp, la nuova truffa sfrutta il coronavirus e danneggia le persone

Il supporto di WhatsApp in questi giorni in cui sicuramente le situazioni sono molto più complicata del solito, è di vitale importanza per ogni utente. In alcuni casi però sembra che il coronavirus abbia scatenato ancor di più la creatività dei truffatori, i quali ne avrebbero inventate davvero di incredibili.

Da qualche giorno a questa parte sono tante le segnalazioni che stanno arrivando in merito ad un nuovo messaggio che ha letteralmente invaso le chat. Si tratterebbe di un testo che inviterebbe tutti ad accettare un buono emesso dalla catena Esselunga. Questo avrebbe un valore di 500 €, ma ci sarebbe ben altro dietro. 

 

WhatsApp: tanti utenti truffati con la farsa dei buoni Esselunga, interviene l’azienda

Dopo le tante segnalazioni, sembra che Esselunga abbia deciso di pronunciarsi in merito alla situazione. L’azienda ha precisato che si tratta per l’appunto di una truffa.

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

“Noti anche come phishing, sono sempre più diffusi e mirano a rubare informazioni o addirittura denaro. Spesso il messaggio contiene l’invito a cliccare su un link che rimanda a un sito creato al solo scopo di carpire informazioni personali. A volte possono essere richieste false autorizzazioni al trattamento dei dati personali inseriti o l’invito a richiedere un fantomatico premio: tali richieste in realtà attivano l’adesione a servizi a pagamento non richiesti”.