google-meet-zoom

La tecnologia molto spesso può risultare controproducente, in quanto alimenta sempre più la dipendenza della popolazione che trascorre l’intera giornata sul proprio smartphone. Ciò malgrado però può avere un ruolo fondamentale nei momenti difficili. Ne è l’esempio il periodo di quarantena che stiamo attraversando per via del Covid-19. Infatti in moltissimi si sono ritrovati ad affrontarlo da soli, senza l’aiuto dei propri cari e con la solitudine nell’animo. Ovviamente la soluzione a tale strazio è stata e continua ad essere, una sana videochiamata.

Esistono molteplici servizi in grado di connetterci ai nostri cari per mezzo della webcam. Tra i più quotati troviamo Google Meet e Zoom. Quest’ultima però sembra esser stata sorpassata dalla new entry. Ecco una lista dei vantaggi in suo favore che hanno reso Google Meet, la migliore applicazione in circolo.

Google Meet: è questa l’app migliore in assoluto, ma quali sono le sue caratteristiche?

Inizialmente l’applicazione era riservata ai clienti aziendali. Ad oggi il servizio è diventato gratuito e disponibile per chiunque possieda un account Google. Ecco di sotto tutti i vantaggi:

  • Per partecipare ai meeting, sarà sufficiente generare un link a cui poi gli utenti dovranno accedere separatamente.
  • Si possono effettuare videochiamate con ben 250 persone.
  • Se alcuni membri preferiscono partecipare telefonicamente, è possibile inserire nelle chiamate il numero di telefono.
  • Grazie alla tecnologia di conversione della voce in testo, Google Meet permette di creare dei sottotitoli istantanei durante le conversazioni.
  • È possibile aggiungere il servizio Google Calendar, così da programmare gli eventi e le riunioni.

Molte di queste funzionalità sono già presenti in Zoom ma, purtroppo, quest’ultima ha una capacità massima inferiore di ben 150 persone.