Il fondatore ed attuale CEO della piattaforma di e-commerce più grande al mondo, Jeff Bezos di Amazon, ha voluto rivolgere il proprio pensiero a tutti i dipendenti del gruppo, impegnati in questi duri giorni nella consegna di beni di prima necessità.

Vi ricordo infatti, che solamente qualche giorno fa, il colosso di Seattle ha dichiarato che, d’ora in poi, si concentrerà a spedire solamente i beni di prima necessità, quelli senza la quale non si può vivere. Scopriamo insieme il messaggio del boss ai propri dipendenti.

 

Amazon: Jeff Bezos invia un pensiero ai propri dipendenti

La lettera scritta da Bezos è stata pubblicata sul blog della società solamente qualche giorno fa. Eccola nel dettaglio: “Cari Amazonians, Questo (che stiamo vivendo, ndt) non è un affare di ordinaria amministrazione, ed è un momento di grande stress e incertezza. È anche un momento in cui il lavoro che stiamo svolgendo è più critico che mai.

Abbiamo modificato i nostri processi logistici, di trasporto, della catena di approvvigionamento, degli acquisti e dei venditori di terze parti per dare priorità allo stoccaggio e alla consegna di articoli essenziali come prodotti per la casa, disinfettanti, latte artificiale e forniture mediche. Forniamo un servizio vitale alle persone in tutto il mondo, in particolare a quelli, come gli anziani, che sono i più vulnerabili. Le persone dipendono da noi. Non sono il solo ad essere grato per il lavoro che state facendo. Ho ricevuto centinaia di e-mail dai clienti e ho visto post sui social media che ringraziano tutti voi. I vostri sforzi sono stati notati ai massimi livelli di governo e il presidente Trump all’inizio di questa settimana si è profuso in ringraziamenti per questo team. 

In tutto il mondo, le persone avvertono gli effetti economici di questa crisi e sono triste di dirvi che prevedo che le cose peggioreranno prima di quando possano migliorare. Stiamo assumendo 100.000 nuovi dipendenti e aumentando i salari per i nostri lavoratori che stanno eseguendo gli ordini e consegnando ai clienti durante questo periodo di stress e tumulto. Allo stesso tempo, altre aziende come ristoranti e bar sono costrette a chiudere le porte. Speriamo che le persone che sono state licenziate vengano a lavorare con noi fino a quando non saranno in grado di tornare ai lavori che avevano. 

Il mio tempo e il mio pensiero sono ora interamente incentrati su COVID-19 e su come Amazon può svolgere al meglio il suo ruolo. Voglio che voi sappiate che Amazon continuerà a fare la sua parte e non smetteremo di cercare nuove opportunità per aiutarvi.

Non esiste un manuale di istruzioni su come sentirsi in un momento come questo, e so che questo causa stress a tutti. La mia lista di preoccupazioni in questo momento – come la vostra ne sono certo – è lunga: dai miei figli, genitori, famiglia, amici, alla sicurezza personale, dei colleghi, a quelli che sono già molto malati e al danno che tutto ciò causerà in termini di ricaduta economica nelle nostre comunità. Per favore, abbiate cura di voi e dei vostri cari. So che ce la faremo, insieme“.