smartphone miglior app per videochiamate

In tempi di quarantena e ritiro forzato in casa, social e app di comunicazione diventano determinanti per non impazzire, soprattutto in relazione a un virus che non abbiamo ancora compreso pienamente. Gli esperti del settore segnalano un aumento significativo nel numero di videochiamate, poiché ritenute utili anche come strumento di aggregazione sociale quando non si può uscire da casa per riunirsi.

Se volete quindi raggiungere parenti e amici con una videochiamata vi segnaliamo le applicazioni migliori in rapporto alla qualità e alla sicurezza del servizio offerto.

Smartphone: Skype, Zoom e Hangouts, le migliori app per videochiamate

Cominciamo da Skype, la quale probabilmente è stata la prima app al mondo a promuovere le chiamate video a distanza. Il celebre programma di messaggistica consente infatti d’inviare messaggi ed effettuare videochiamate in maniera totalmente gratuita. La qualità dell’audio-video è buona e funziona sia da computer che da smartphone. Si può avviare una videochiamata singola o farne di gruppo, potendo altresì registrare l’evento in corso.

Passiamo poi a Hangouts, un’app nativa della maggior parte dei dispositivi Android perché legata a Google, ma che non sempre viene sfruttata per le sue potenzialità. L’app è un mezzo efficiente per effettuare videochiamate in singolo o di gruppo che includonofino a 10 persone contemporaneamente. Il sistema è compatibile con Windows, MacOS, Android e iOS. Non vi aspettate un’app con molti orpelli, ma Hangouts continua a rimanere un punto di riferimento per molti utenti sia privati che professionisti.

Infine chiudiamo con una piattaforma come Zoom, salita alla ribalta grazie al fatto che può essere sfruttata per l’e-learning dagli studenti che on vogliono perdere l’anno. L’app Zoom Cloud Meeting è un software pensato appositamente per organizzare eventi online come l’e-learning, i webinar e le teleconferenze, o semplicemente videochiamate. Il punto di forza è un’interfaccia utente estremamente semplice così che nessuno si senta a disagio nell’utilizzarlo per la prima volta.