blackberry-addio-fine-marchio

BlackBerry non è neanche l’ombra di quello che era una volta. Il marchio in sé era il simbolo dell’uomo d’affari. Purtroppo però, la compagnia non è riuscita ad adattarsi all’evoluzione del mercato e in poco tempo è stata superata da quasi tutti gli altri produttori. A livello aziendale è stata Apple ha prendere la corona relegando i famosi dispositivi con la tastiera QWERTY all’oblio. Ci hanno provato a risalire con un sistema operativo proprietario, ma è andata male comunque.

A un certo punto ci ha provato la cinese TCL Communication ha risollevare la situazione, ma non ci è riuscita. Hanno provato a concentrarsi sui particolari che una volta era il punto di forza ovvero la sicurezza e un software congeniale ai professionisti di diversi campi. Ancora una volta non ha funzionato e quindi siamo giunti alla fine del marchio.

 

BlackBerry: verso la fine

Già si sapeva che BlackBerry avrebbe presto chiuso per sempre tanto che negli ultimi anni alcuni servizi sono stati sospesi. Una discesa graduale che è culminata qualche ora fa tramite un post su Twitter da parte dell’account ufficiale. I diritti di TCL non verranno aggiornati e dal 31 agosto 2020 non verranno più venduti dispositivi BlackBerry e risulta difficile immaginare l’entrata in campo di un’altra compagnia all’ultimo momento.

In ogni caso, qualcuno nel mondo attualmente possiede smartphone di tale marchio e per questo motivo TCL garantirà aggiornamenti e garanzie per altri due anni dopo la data sopracitata. Fino al 31 agosto 2022 verrà fornita l’assistenza dovuta e anche oltre se la legge lo prevede.