Seat Leon 2020 è finalmente ufficiale, dopo una lunghissima attesa ed innumerevoli indiscrezioni alle sue spalle, la casa di Barcellona ha finalmente svelato al mondo la nuova versione di uno dei modelli simbolo del marchio stesso.

Dopo aver commercializzato oltre 2,2 milioni di vetture in tutto il globo, la Seat Leon 2020 si presenta in una veste completamente nuova e rinnovata, le dimensioni crescono leggermente, sforando i 4,3 metri (si ferma a 4,36 metri) con circa 86 mm in più della precedente. Aumenta di conseguenza anche il passo, per una migliore affidabilità e capacità dell’abitacolo, immutando la capacità di carico complessiva (ferma sempre ai 380 litri della Seat Leon apprezzata negli anni scorsi).

Il frontale riprende in parte quanto visto con la Seat Tarraco, ecco quindi spuntare luci Full LED aerodinamiche, nonché una mascherina ribassata e leggermente ampliata. Posteriormente, invece, una linea rossa andrà ad unire i led dei fanali (molto di moda negli ultimi anni), segnando maggiormente anche le scalfature sulle fiancate.

 

Seat Leon 2020: ora è connessa

L’abitacolo è molto più vivibile, la plancia e le portiere sono attraversate sempre da una linea LED (che richiama anche la parte posteriore), scelta stilistica e di sicurezza, utile per riprendere uno degli ADASS più apprezzati dagli utenti.

Osservandolo da vicino troviamo un vero tripudio di schermi e notiamo l’assenza quasi totale di pulsanti fisici. Al centro troviamo un monitor da 8 o da 10 pollici (varia in relazione all’allestimento scelto), con slot per la eSIM, in questo modo la nuova Seat Leon 2020 sarà sempre connessa, oltre che fornire un hotspot per la connessione dei passeggeri o accedervi da remoto anche nel momento in cui vi trovate lontano.

Non si nascondono nemmeno le compatibilità, ovviamente, con Apple Carplay e Android Auto, né la presenza di un secondo monitor da 10,25″ ed addirittura comandi virtuali per comandare i fari, lo sbrinamento del parabrezza e altro ancora (naturalmente presenti tutti gli ADASS possibili immaginabili, come il cruise control adattivo ed il pacchetto Travel Assist).

Le motorizzazioni disponibili sono tantissime, ma per la prima volta vediamo la presenza di mild hybrid plug-in con elettrificazione a 48V e combinazione con tutti i motori TSI. Se interessati alla plug-in, sottolineiamo la presenza di batterie da 13kWh, accoppiate al 1.4 TSI, per una potenza erogata complessiva di 204CV ed una autonomia di solo elettrico fino a 60km.