truffa SIM Swap Scam

Nonostante nel 2019 siamo stati abituati a molteplici tipi di truffe digitali, come ad esempio quelle telefoniche, quelle bancarie e quelle legate al Phishing, a quanto pare con l’arrivo del 2020 la situazione non è cambiata. Una nuova truffa telefonica, di fatto, sta colpendo migliaia di Italiani clienti di Tim, Wind, Tre e Vodafone.

Ad oggi, quindi, centinaia e centinaia di consumatori Italiani sono stati costretti a correre immediatamente ai ripari. Apparentemente la nuova truffa si presenta come tutte le altre, ovvero con il credito residuo completamente esaurito ma, purtroppo, quest’ultima sembra essere molto più pericolosa. Tutto ciò, infatti, non è causato da semplici truffatori ma, bensì, da esperti Hacker e Cyber criminali che, ad oggi, stanno mettendo a segno decine e decine di colpi.

Sfruttando le tracce digitali lasciate dalle vittime sui propri profili social, quindi, i malintenzionati riescono facilmente a clonare le Sim di queste ultime. Soprannominata Sim Swap Scam, la seguente truffa è stata quindi rivisitata dai Cyber criminali che, purtroppo, una volta clonata la SIM riescono con pochi click ad accedere ai conti bancari degli utenti colpiti. Scopriamo di seguito ulteriori dettagli a riguardo

Sim Swap Scam: attenzione alla nuova truffa delle SIM clonate

Nonostante il processo di clonazione di una SIM richieda tempo e impegno, i truffatori non si perdono certo d’animo. Dopo aver effettuato del web scraping, questi ultimi inoltrano all’operatore una richiesta di smarrimento della Sim. Una volta ricevuta la nuova Sim, quindi, accedere al conto corrente della vittima diventa molto facile. Attraverso il numero certificato dell’utente, infatti, i truffatori richiedono un duplicato della password per accedere al pannello di Home Banking.