Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming più importante al mondo, Netflix, ha recentemente deciso di mettere un stop alla condivisione della password tra utenti che non hanno lo stesso indirizzo IP.

Questi utenti sarebbero quindi obbligati a sottoscrivere un abbonamento ad hoc per loro, nonostante condividano l’abbonamento con un amico o parente, che non vive sotto lo stesso tetto o che utilizza la piattaforma con un IP differente. Ecco tutti i dettagli.

 

Netflix dice basta alla password condivisa con IP diversi

Moltissimi utenti ricercano sui più importanti social network “compagni” per condividere il proprio abbonamento Netflix. Non è sicuramente un segreto che il prezzo dell’abbonamento con 4 schermi sia più basso rispetto a quello singolo. Secondo l’azienda, circa il 10% degli utenti non pagherebbe l’abbonamento grazie alla condivisione, sembra poco ma fidatevi che non lo è. Calcolando che ci sono 160 milioni di utenti al mondo che hanno un abbonamento attivo, sarebbero circa 15 milioni di utenti tra di essi che non lo pagano.

La piattaforma ha tollerato a lungo questa pratica ma oggi sembrerebbe arrivato il momento in cui ha deciso di dire basta. Anche se per il momento sono solamente i report a dirlo, l’azienda non si è mai sbilanciata su questo argomento. Non possiamo negare che la situazione non è più sostenibile a causa della sempre maggiore concorrenza in questo settore.

Se Netflix parla del 10% di utenti non paganti, altri report come quello di Hub Entertainment Research, dichiarano cifre più allarmanti. Pensate che quasi un terzo degli abbonati, secondo questi report, condivide il proprio account da 15.99 euro nella maggior parte dei casi. Secondo Park Associates invece, i vari servizi di streaming in tutto il mondo hanno perso solamente nel 2019 una cifra come 9 miliardi di dollari a causa della condivisione. Non ci resta che attendere ancora un po’ di tempo per scoprire come reagirà la piattaforma dopo la circolazione di queste voci.