The Witcher, The Witcher 3, Netflix, CD Project RED,

Il debutto della serie “The Witcher” su Netflix è stato accolto con molto entusiasmo sia dagli utenti della piattaforma che dagli appassionati della Saga di Geralt di Rivia. Infatti, il personaggio è nato dalla penna di Andrzej Sapkowski che in seguito ha avuto anche una trasposizione videoludica con la fortunata serie di giochi targati CD Project RED.

La serie Netflix è solo l’ultima trasposizione che vede come protagonista Henry Cavill, famoso al grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Superman negli ultimi film tratti dai fumetti DC Comics. In una recente intervista l’attore inglese ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti.

Prima di tutto ha affermato di essere un gamer appassionato. Nella propria casa Londinese, Henry Cavill possiede una postazione da gaming semplice ma efficace. L’attore sottolinea come non si tratta di nulla di speciale, ma il tutto è composto solo da una scrivania ed un computer. Non aspettatevi quindi un setup compost da multi schermo, sedia da gaming e impianto stereo all’avanguardia.

Henry Cavill è un Witcher sia nella serie che nella vita privata

La scelta di rinunciare a tutte questi accessori, anche avendone la possibilità, è perché l’attore vuole semplicemente giocare. L’idea di avere accessori da gaming bellissimi è interessante, ma comportano troppe distrazioni. Rifugiarsi nel gaming è un modo per fuggire dal mondo esterno.

I titoli preferiti da Henry Cavill sono Warhammer II, Delta Force e l’intramontabile Half Life. Il primo approccio con Geralt di Rivia invece è avvenuto con The Witcher 3: Wild Hunt. Il notevole impegno che il titolo richiede l’ha portato ad accumulare oltre 200 ore di gioco. Ovviamente questa conoscenza si è confermata utile per affrontare al meglio il provino per il ruolo di protagonista.