Eni Gas e Luce, Eni, phishing, email, truffa

I tentativi di phishing sono ormai all’ordine del giorno. Le truffe via email si susseguono incessanti e mettono a rischio la sicurezza online degli utenti. Come se non bastasse, i truffatori stanno affinando le proprie tecniche arrivando ad includere loghi e dati societari dei vari fornitori di servizi.

Ecco quindi che ricevere una mail da Poste Italiane o Unicredit si potrebbe trasformare in un grosso problema. Aziende come Unieuro hanno avviato una campagna di sensibilizzazione per prevenire potenziali truffe, ma la mole di email inviate dagli hacker è immensa.

In queste ore ha iniziato a circolare una nuova email di phishing che questa volta coinvolge “Eni Gas e Luce”. Sfruttando gli ultimi mesi relativi al passaggio al mercato libero del settore energia, i truffatori hanno deciso di utilizzare il nome e il logo della società per ingannare gli utenti.

Nel corpo dell’email ricevuta da un nostro lettore, si legge:

“Gentile Cliente,

Puoi ottenere il rimborso di un credito accumulato a Eni gas e luce S.p.A.

la accadere che anche la bolletta di chiusura della tua fornitura evidenzi un credito di 49.99 euro tuo favore.

però, il rimborso non appena perviene la conferma di dati.”

Abbiamo deciso di lasciare volutamente tutti gli errori grammaticali per rendere più facile il riconoscimento della truffa. Abbiamo però rimosso tutti i link inseriti nell’email, i quali riportavano a una pagina di log-in simile a quella ufficiale.

In questa pagina si chiede il nome utente e la password per accedere al sito oltre che una carta di credito per ottenere il rimborso. Ovviamente in questo caso non è previsto alcun rimborso, anzi i dati inseriti saranno poi sfruttati dai truffatori per svuotare il conto del malcapitato utente.

Il nostro consiglio è quello di leggere molto attentamente le email ricevute e non fidarsi di strani rimborso o vincite, cercando sempre supporto dal sito ufficiale di qualsiasi azienda coinvolta.