truffa UnicreditLa truffa di fine anno sta per colpire gli ignari clienti appartenenti alle banche italiane Unicredit, Sanpaolo e BNL. Il denaro depositato nei conti correnti rischia di essere prosciugato a causa di un semplice messaggio cui nemmeno le aziende possono far fronte. Dopo il caso Postepay torna alla ribalta il fenomeno del phishing tramite un attacco via posta elettronica che passa per un link pericoloso che ruba dati, account e soldi. Ecco la nuova minaccia a dicembre 2019.

 

Phishing contro Unicredit, Sanpaolo e BNL: attenti al messaggio pericoloso

Non si tratta certamente di un nuovo problema. Ormai è un argomento trito e ritrito ma gli utenti continuano a cascarci. Il click sul link in allegato alla mail sospetta agisce contro di noi assecondando le richieste degli hacker intenti nei loro insani propositi truffaldini.

Il sito cui andremo a collegarci sarà del tutto simile a quello proposto dalla banca. In un chiaro tentativo di pharming saremo portati alla compilazione di un modulo anagrafico che richiede tutti i dati personali e del conto. Il documento, una volta completato, sarà salvato sul server e messo a disposizione dei criminali. Non impiegheranno molto tempo prima di utilizzare le credenziali segrete per prelevare tutto il denaro del plafond. Il conto, in definitiva, viene svuotato.

Per difendersi non esistono software ad hoc con l’unica arma a nostra disposizione che si corrisponde ad una sana dose di informativa e buon senso. Occorre cancellare immediatamente ogni tipo di messaggio simile per il fatto che gli istituti non usano le classiche email per comunicazioni così importanti. Diffidate dalle notifiche via SMS o tramite email in quanto, nel 99,99% dei casi si tratta di una truffa bancaria. Chiedete ulteriori informazioni alla vostra banca e non diffondete il messaggio ad altri clienti.