5G scusa per aumentare tariffe

Di recente Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad hanno investito cifre esorbitanti per la realizzazione della prima rete 5G Italiana. Tutti questi costi, quindi, hanno inciso notevolmente sui costi delle tariffe e, se fino a poco tempo fa si trattava di un’ipotesi, ad oggi è praticamente confermato che le offerte 5G non saranno accessibili a tutti.

In realtà sin dai primi mesi in cui si è iniziato a parlare della rete ultra veloce, non ci saremmo dovuti aspettare qualcosa di diverso poiché i 5 gestori che hanno vinto l’asta, hanno speso in totale oltre 6,5 miliardi di euro per il 5G, di cui 4,6 miliardi sono stati spesi solamente da Tim e Vodafone.

Prezzi 5G: addio alle tariffe low-cost

Prima o poi i costi delle tariffe telefoniche si sarebbero dovuti adeguare al trend mondiale e, a quanto pare, quel momento è arrivato. Nel resto del mondo, infatti, le antenne 5G sono accese già da tempo e i costi delle tariffe sono ben superiori di quelle attualmente attive in Italia. 

Il 5G segna però un periodo di tregua visti gli scontri avvenuti nel 2018 e nel primo semestre del 2019 che sono stati accentuati dall’arrivo dell’operatore telefonico low cost Iliad. Nel maggio scorso, infatti, quest’ultimo ha dato un forte scossone al mercato Italiano della telefonia abbattendo di fatto tutte le regole e i costi che, fino a poco tempo prima, stavano iniziando a lacerare le tasche dei consumatori.

Attualmente, quindi, le offerte di Vodafone relative al 5G non scenderanno al di sotto dei 20 euro. Nello specifico la tariffa Vodafone Red Unlimited permette di sfruttare il potenziale della rete 5G al costo abbastanza alto di 24.99 euro. Non ci resta quindi che attendere le tariffe degli altri operatori.