soldi scomparsi sulle SIM a causa di truffe TIM, Wind, 3 Italia, Vodafone e Iliad

Una serie di nuove truffe si è diffusa sulle linee dei gestori nazionali quali Tim, Wind, 3 Italia e Vodafone mettendo, di conseguenza, in pericolo tutti i clienti che posseggono una SIM. Sebbene gli operatori non abbiano alcuna colpa in sé e per sé, bisogna precisare che tale tentativi di truffe non sono da sottovalutare visto che gli hacker, indaffarati in tale imbrogli, hanno escogitato il tutto per poter eludere i sistemi di controllo applicati, oramai, da tutti gli istituti bancari e di credito.

Scopriamo nel dettaglio in cosa consiste questa nuova truffa che coinvolge le SIM card degli italiani.

SIM swap Scam, è allarme: le card telefoniche vengono clonate dagli hacker

Le clonazioni delle SIM Tim, Wind, 3 Italia e Vodafone sono tornate ad angosciare gli italiani in modo irreparabile. Prima di visionare come gli hacker stanno conducendo e portando avanti questa serie di truffe, dobbiamo effettuare prima una precisazione molto importante. Se ad oggi, molte SIM sono state clonate è in parte colpa anche delle vittime; come molti sapranno, richiedere un duplicato di una SIM comporta l’esibizione o l’invio di documenti strettamente personali come documento d’identità ed eventuale codice fiscale, questo consegue che se gli hacker ne sono impossesso, qualcuno glieli dovrà aver forniti.

Attualmente, molti di questi dati sono facilmente ritrovabili on-line visto che con la diffusione dei social network e la voglia di mostrare sempre tutto a tutti, diversi utenti hanno sacrificato la loro privacy a favore dei like.

In ogni caso è proprio questo il procedimento attraverso cui gli hacker clonano le SIM quindi, per evitare di cadere in tale trappola e preservare tutto ciò che si ha, bisognerebbe tornare a limitare la condivisione di dati così personali tenendo sempre a mente che una cosa caricata online non si potrà mai eliminare definitivamente.